Il TEATRO DELLE CELEBRAZIONI, di proprietà della Casa per artisti drammatici “Lyda Borelli”, viene restituito alla città di Bologna nel 1997. La gestione è della società Celebrazioni srl che fa capo alla holding milanese OFFICINE SMERALDO (Teatri Smeraldo e Ciak di Milano, PalaCreberg di Bergamo, Teatro Sistina di Roma).

Con i suoi quasi 1000 posti, il Celebrazioni sin dall’inizio si è inserito nella geografia dell’offerta esistente ritagliandosi un ruolo ben definito, andando a riempire un vuoto senza sovrapporsi alle programmazioni degli altri teatri. I filoni d’interesse sono prevalentemente tre: quello dei grandi eventi internazionali, quello della drammaturgia contemporanea, che spesso combacia col teatro comico; quello del musicale danza.

Nel corso delle stagioni si è caratterizzato per aver dato visibilità ad alcune tra le novità internazionali più significative come Stomp, Tap Dogs, Monaci Shaolin, Chapperton, Kataklò,  Aeros; ospitalità a nomi tra i più noti e collaudati del teatro internazionale, Bob Wilson, Jodorowsky, Lindsay Kemp, Jérôme Savary; del teatro comico, Antonio Albanese, Paolo Rossi, Paola Cortellesi, Leonardo Pieraccioni, Sabina Guzzanti, Teo Teocoli; ai musical Hair, Rocky Horror Show, Evita, Jesus Christ Superstar, Blues Brothers, Grease, La Febbre del sabato sera, La piccola bottega degli orrori, nonché a diversi concerti (Chick Corea, Vinicio Capossela, Branduardi, PFM, Enrico Ruggeri, Stadio, Giovanni Allevi, Pino Daniele) solo per citarne alcuni.

Il teatro delle Celebrazioni ha ideato e curato  progetti culturali per ilfestival estivo del Comune di Bologna, (Quartieri sotto la luna di Emanuela Giordano, Grand Tour con Gioele Dix, Il Teatro di Emma Dante, i Teatri Uniti) e grandi eventi nei palasport (Beppe Grillo, Fiorello, Aldo Giovanni e Giacomo, Bugs Bunny On Ice, David Copperfield, Ennio Morricone).