Vinolingua – Terminologia del Vino


Tedesco – Inglese – Spagnolo – Francese – Italiano


Nel corso del progetto Vinolingua, nell’anno 2010, è stata elaborata questa base di dati dalle studentesse Andrea Maier, Felicitas Nouschak e Simone Sanin all’interno delle loro tesi di laurea sotto la direzione di Irmgard Rieder all’istituto di traduzione e interpretariato dell’università di Innsbruck. A questo punto, la base di dati conteneva quattro lingue: tedesco, spagnolo, francese e italiano. Allo scopo di poter pubblicare la base di dati online, le studentesse Maria Breitenberger e Elena Weinberg si sono occupate dell’applicazione tecnica nel 2012, altrettanto sotto la direzione di Irmgard Rieder. Un anno più tardi, nel 2013, Elena Weinberg ha aggiunto alla base di dati la terminologia del vino in inglese. Attualmente, la base comprende cinque lingue in totale.


Lo scopo del progetto è quello di aiutare i vignaioli a imparare una lingua straniera sullo sfondo della loro specialità ossia il vino, affinché siano capaci di presentare e commercializzare i loro prodotti anche in un'altra lingua. La nostra “base di dati per gli apprendenti“ con le sue 285 entrate terminologiche sul vino e la sua commercializzazione, che costituisce un elemento del progetto, è principalmente orientata verso il bisogno di questi specialisti del vino. Tiene inoltre conto del fatto che sono esperti nella loro specialità, ma che hanno solo poca esperienza con le lingue straniere. Per questo motivo, le entrate della base di dati sono organizzate in una maniera speciale con indicazioni grammaticali semplificate, come anche con definizioni che sono strutturate allo stesso modo in tutte le lingue, non solo per quanto riguarda il loro contenuto, ma anche i link compresi nelle definizioni che mandano ad altre entrate. Questo confronto diretto delle lingue facilita all’utente la comprensione della struttura della lingua straniera in questione. All’interno di ogni entrata è anche possibile aprire un’immagine del sistema dei concetti per poter visualizzare la classificazione del termine nel sistema concettuale del vino e anche i rispettivi relazioni concettuali dell’entrata.