Breve introduzione alla storia del corso di laurea integrato in giurisprudenza presso l'Università di Innsbruck 

Lo studio del diritto italiano presso la Leopold-Franzens-Universität Innsbruck può vantarsi di una lunga tradizione. Nato all’inizio degli anni '70 dalla necessità di offrire agli avvocati altoatesini una formazione bilingue (tedesco-italiano) nel diritto italiano, già nel 1971 è stata introdotta, insieme all’Università di Padova (università partner), un’offerta didattica di diritto italiano presso l’ateneo austriaco. Inizialmente lo studio del diritto italiano era possibile sulla base di uno "studio irregulare". A partire dall’anno accademico 1980/81 è stato possibile trasformare lo studio in uno studio ordinario di giurisprudenza sulla base di una disposizione speciale della legge sugli studi giuridici. In seguito ad un Trattato internazionale tra la Repubblica austriaca e la Repubblica italiana, concluso in data 20.10.1982, assieme ad un accordo tra le due università il "Corso di diploma di laurea integrato in giurisprudenza presso l'Università di Innsbruck in cooperazione con l'Università di Padova", a partire dell'anno accademico 1986/87, è stato qualificato come indirizzo di studio autonomo.  Il titolo accademico conferito "Mag iur." viene riconosciuto in Italia come “laurea in giurisprudenza”. 

Con il semestre invernale 2012/13 è stato introdotto un programma di studi comune "Dottorato di ricerca in Giurisprudenza PhD" (double degree) tra le Università di Innsbruck e Padova. Alla conclusione dello studio di dottorato triennale verranno conferiti due titoli accademici: il titolo di "Doctor of Philosophy" ("PhD") dall’Università di Innsbruck e il titolo di "Dottore di Ricerca" dall’Università di Padova.

In termini organizzativi l’attuazione del corso di diritto italiano ad Innsbruck è avvenuta inizialmente sulla base di una collaborazione di fatto fra i vari istituti della facoltà di giurisprudenza. Di seguito vi fu la creazione di alcuni posti di lavoro supplementari per il diritto italiano (in particolare la cattedra universitaria di diritto italiano e diritto comparato) e infine l'istituzionalizzazione della cooperazione tra i vari istituti con la nascita dell’Istituzione comune per il diritto italiano nel 1990. 

In seguito al venir meno del fondamento giuridico per le Istituzioni comuni con l’entrata in vigore dell’UOG nel 1993 rimase integra la collaborazione degli istituti per l’attuazione dello studio. Con l'attuazione della legge universitaria del 2002 - dopo discussioni approfondite su alcuni punti di vista divergenti per quanto riguarda la struttura istituzionale migliore - è stato istituito, con effetto dal 1.1.2006, l’Istituto di Diritto Italiano presso la Facoltà di Giurisprudenza. Tutte le risorse umane e materiali sono state trasferite dalle istituzioni precedentemente interessate a questo nuovo istituto. Nelle questioni organizzative del corso l'Istituto di diritto italiano è assistito in modo eccellente dalla studieninfo.koordination.italienisches recht