Escursione del corso di diritto costituzionale a Roma

Anche quest'anno gli studenti del diritto italiano hanno avuto l'opportunità di conoscere la Corte Costituzionale italiana e il Parlamento italiano durante un'escursione a Roma. Un focus del viaggio di due giorni è stato il rapporto tra autonomia e Stato.
Exkursion Rom

Più di venti studenti del corso di Diritto italiano hanno visitato a giugno la capitale italiana, anche grazie al comprovato supporto organizzativo offerto dall'Ufficio di rappresentanza a Roma della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige. Dopo la visita a un'udienza pubblica della Corte costituzionale, in cui si è tra l'altro discusso di libertà di informazione, il gruppo di Innsbruck è stato accolto da Daria de Pretis, giudice della Corte Costituzionale. Dopo una breve introduzione ai metodi di lavoro della Corte, la prof.ssa de Pretis ha risposto alle domande degli studenti in un'interessante discussione.

Il punto successivo del programma è stata la visita della Camera dei Deputati e del Senato. In entrambi i casi, la crisi di governo ha mostrato i suoi effetti, facendo saltare il calendario delle riunioni e la programmazione dei deputati e senatori altoatesini. Non essendoci una sessione plenaria, gli studenti hanno tuttavia potuto entrare di persona nell'aula del Senato e sedersi sulle poltrone dei senatori. Il primo giorno si è concluso con una pizza.

La seconda giornata è ricominciata al Senato, dove il gruppo si è incontrato prima con il senatore Meinhard Durnwalder e quindi con la senatrice Julia Unterberger nella sala riunioni della IV Commissione permanente per le questioni di difesa. Nonostante il loro fitto programma di lavoro, entrambi hanno trovato tempo per il gruppo di visitatori. A seguire Laura Schmid, per molti anni assistente parlamentare, ha fornito agli studenti una visione avvincente e inconsueta della quotidianità della vita parlamentare. La visita al Senato si è conclusa assistendo alle dichiarazioni di voto sulle proposte di risoluzione sulla lotta al cambiamento climatico.

Gli studenti hanno quindi incontrato Katharina Tasser, responsabile dell'Ufficio di rappresentanza a Roma della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige, che ha illustrato brevemente la funzione e i metodi di lavoro di questa struttura dell'amministrazione altoatesina e ha offerto un resoconto vivace del suo lavoro quotidiano. L'ultimo punto del programma è stata la visita alla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, il forum dove queste possono trovare una posizione comune nei confronti del Governo. La segretaria generale del Centro interregionale di studi e documentazione (Cinsedo), Alessandra Grillo, e il responsabile per gli affari europei, Andrea Ciaffi, hanno fornito un interessante spaccato del complesso rapporto tra Regioni e Stato, trattando in dettaglio la questione del regionalismo differenziato.

(Esther Happacher)

 

Articolo sulla visita alla Conferenza delle Regioni e Province autonome


Nach oben scrollen